Awand. Rivista analogica di arti e creatività

Ideato da Parasite2 in collaborazione con gli studenti dell’Accademia delle Belle Arti di Brera. L’utopia a 500 anni da Thomas More: l’identità collettiva, le bandiere, l’architettura planetaria.

 

westopia

Fotografie di Francesco Stelitano

 

Accolto nel 2017 in Villa Vertua a Nova Milanese, Westopia, è il progetto internazionale ideato dal collettivo Parasite2 e realizzato con la collaborazione di giovani laureati dell’Accademia delle Belle arti di Brera.

La parola “Westopia” non è rintracciabile su Wikipedia o sul Dizionario Treccani, ma in quel contesto ha assunto un signicato di internazionalizzazione della prospettiva estetica, del coivolgimento degli artisti sul tema della bandiera e di una prospettiva culturale legata all’utopia.
Il legame tra utopia e bandiera nel secolo scorso ha significato a livello sociale passioni e tragedie, nel contesto proposto dall’installazione di Villa Vertua viene invece proposto in termini opposti. Le bandiere disancorate dai territori e dalle ideologie vogliono rappresentare i punti ciechi e specifici delle passioni culturali e sociali che non riescono ad essere unificati: ne risulta una ricerca collettiva gioiosa e corale sul futuro, ovvero una revisione critica del concetto di utopia.

Dal 2019 in Germania viene organizzato un festival di letterature multilingue con lo stesso titolo.

I cataloghi, le bandiere e i materiali prodotti sono ora presso la Fondazione Rossi e la Libera Accademia di pittura Vittorio Viviani a Nova Milanese (MB).

 

(...)

L'articolo integrale è pubblicato nel n. 3 di Awand, primavera 2022.
Abbonati o cercala nei punti vendita.

© Riproduzione riservata. È vietata qualsiasi riproduzione su qualsiasi mezzo senza autorizzazione esplicita di Awand e dell'autore.
© All rights reserved. Any reproduction on any medium is forbidden without the explicit authorization of Awand and the author.

Restiamo in contatto?

In via del tutto eccezionale e per un tempo limitato, se ti iscrivi alla nostra newsletter riceverai il link per scaricare gratis la versione digitale del primo, introvabile numero di Awand.

Copertina 01 awand tipografia 1

Ti invieremo poche email e potrai cancellarti in qualsiasi momento.
Attenzione, riceverai prima una email che ti chiede di confermare l'iscrizione, per evitare che qualcuno abusi della tua email. Se non ricevi nulla, controlla bene anche nello spam.

Abilita il javascript per inviare questo modulo