Awand. Rivista analogica di arti e creatività

06 Awand copertina

Virginia Mori / Giovanna Zoboli / Lino Vairetti degli Osanna / Maurizio Olivotto / Alessio “Pinuccio” Giannone / Mauro Ermanno Giovanardi / Dino Ignani / Silvia Schiavo / Fulvio De Rosa del Live Club / Yerba Mala Cartonera

€20.00
26 Copie disponibili

Awand n. 7 - Aprile / Primavera 2023

In copertina. Virginia Mori

4. Intervista a Giovanna Zoboli

10. Intervista a Lino Vairetti

14. Intervista a Maurizio Olivotto

18. Intervista a Alessio “Pinuccio” Giannone

22. Intervista e album Mauro Ermanno Giovanardi Disegni di Franz Kafka

32. La fotografia di Dino Ignani

40. Intervista e portfolio Virginia Mori

52. Rubriche. Rivelazioni. Di Silvia Schiavo

53. Rubrica. I luoghi dell’arte. Di Antonio Cornacchia

54. Rubrica. Ritratti di editoria indipendente. Di Francesco Ciaponi

55. Rubrica. I libri d’artista. Di Tiziana Romanin

56. Professioni. Intervista a Fulvio De Rosa del Live Club

60. Fondamenta. Fondazione Rossi Yerba Mala Cartonera

 

 

Abbasso i muri

Sono due le novità di questa nuova uscita. La prima è che le pagine che fino allo scorso numero erano dedicate alla poesia ora ospitano anche altri tipi di scrittura, il che non vuol dire che abbandoniamo per sempre la poesia, semplicemente vogliamo guardare anche ad altri modi di usare le parole. Cominciamo a farlo con i testi delle canzoni (quelli di Mauro Ermanno Giovanardi), genere che in Italia conta una grande tradizione e che ha visto autori e autrici scrivere meravigliosi componimenti. Non vogliamo confondere le acque e neppure fare paragoni con la poesia ma, lo abbiamo detto sin dal primo numero, per noi i linguaggi partono tutti alla pari, spetta alle autrici e agli autori fare buona o cattiva poesia, buona o cattiva canzone, buono o cattivo cinema, buona o cattiva arte...

La stessa logica porta alla seconda novità: finalmente intervistiamo qualcuno (Alessio “Pinuccio” Giannone) che lavora con la televisione e il web, ovvero gli ambiti (linguaggi?) largamente più diffusi del nostro tempo. Awand è sì una rivista di carta, ma non per questo guarda solo al passato. Tant’è che da alcune settimane per chi non ha la fissa dell’analogico c’è la possibilità di abbonarsi alla versione online e “sfogliare” tutti i numeri (anche quelli esauriti), sul nostro sito direttamente dal computer.
Abbasso i muri fra i linguaggi e fra i media! Awand è la rivista dedicata a tutte le arti e a tutta la creatività.

 

(...)

L'articolo integrale è pubblicato nel n. 7 di Awand, primavera 2023.
Abbonati, acquistalo o cercalo nei punti vendita.

€20.00
26 Copie disponibili

© Riproduzione riservata. È vietata qualsiasi riproduzione su qualsiasi mezzo senza autorizzazione esplicita di Awand e degli autori.
© All rights reserved. Any reproduction on any medium is forbidden without the explicit authorization of Awand and the authors.