Awand. Interviste alla creatività

Scrittore con due romanzi e tanti mestieri alle spalle: «Oggi bisogna guardarsi attorno e vedere come parla la gente, come vive. Perché se dobbiamo fare questa roba che sono i libri deve avere un senso.
I sensi possono essere molti, ma devono essere dei sensi all’altezza dei tempi.»

 

andrea donaera

Andrea Donaera in un ritratto di Riccardo Frolloni

 

Andrea Donaera, gallipolino, classe 1989. Ascolta, scrive e suona metal, legge Schopenhauer ma se ne vergogna un po’, crede che la lingua sia una questione generazionale, che chi sa solo di libri non sa niente di libri, che la generazione a cui appartiene deve fare il nuovo secolo e imparare a scegliere. O almeno, provarci, come i Pokemon.

Chi sei?

È la domanda filosofica. Faccio il ghostwriter e ogni tanto faccio libri. Negli anni ho lavorato nella poesia anche da un punto di vista accademico, sia all’Università del Salento che all’Università di Bologna. Nel 2019 ho pubblicato il mio primo romanzo Io sono la Bestia, a settembre 2021 è uscito il secondo, Lei che non tocca mai terra (entrambi NN Editore). Ho pubblicato la raccolta Una Madonna che mai appare all’interno del XIV Quaderno italiano di poesia contemporanea edito da Marcos y Marcos. Ma prima ho fatto molti lavori, il camionista in Romagna ad esempio. Ora scrivo anche per Domani e per Metal Italia, che è il secondo sito musicale più consultato in Italia.

Questa intervista è pubblicata nel n. 2 di Awand, inverno 2021-2022.
Abbonati o cercala nei punti vendita.

Giulia Maria Falzea
Author: Giulia Maria Falzea
Giulia Maria Falzea nasce il 9 maggio 1985 nel sud della Puglia. Inizia a camminare presto e a parlare tardi. Per alleviare il dolore della dentizione mastica angoli di libri.
Lavora nel Teatro Koreja di Lecce. Laureata in lettere, specializzata in giornalismo, master in economia dello sviluppo.
Ha vissuto in nove città, fatto quattordici traslochi, collezionato agende. Conosce a memoria quasi tutta La Traviata. Ha lavorato, tra gli altri, per La Repubblica Bari e Save the Children. È autrice, con Claudia Gori di un’auto-produzione, Anatomia dei Sentimenti. Guida illustrata alle relazioni amorose.; è autrice di testi per il teatro, un suo spettacolo, L’abito della Festa è tradotto anche in francese. È autrice di Nora racconto edito nella raccolta Secret Garden (Danilo Montanari Editore). Fa parte dell’antologia di racconti Musa e Getta (Ponte alle Grazie editore) con il testo Viva Verdi. Vita di Giuseppina Strepponi in Verdi.
Suoi racconti saranno pubblicati sulle riviste on line e non Narrandom e Bomarscé.

La sua pagina


© Riproduzione riservata. È vietata qualsiasi riproduzione su qualsiasi mezzo senza autorizzazione esplicita di Awand e dell'autore.
© All rights reserved. Any reproduction on any medium is forbidden without the explicit authorization of Awand and the author.

Restiamo in contatto?

newsletter icon

Ti invieremo poche email ma interessanti, promesso.

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.